Cioccolato

il

Per i Maya era il cibo degli Dei,concesso solo alle classi privilegiate,al giorno d’oggi tutti possiamo gustarci una buona tavoletta di cioccolato: dopo una giornata storta,con un quadratino di cioccolato ci si risolleva subito l’umore. In fondo si sa, gli effetti benefici del cioccolato sono noti più o meno a chiunque, ma siamo sicuri che tutte le varianti di cioccolato le abbiano?

Quando si parla di benefici del cioccolato si intende il cioccolato fondente. Ebbene sì, nonostante anche le varianti al latte e bianco del cioccolato contengano flavonoidi antiossidanti, la loro percentuale è nettamente inferiore a quella contenuta nel coccolato fondente in quanto la percentuale di cacao è maggiore;ma andiamo con ordine.

Di cattivo umore? Ti va del cioccolato?

Mangiare un quadratino di cioccolato aiuta a risollevare l’umore: stimola il rilascio di endorfine. Aumenta,inoltre, la produzione di seratonina “l’ormone del buonumore” che contribuisce a rendere il cioccolato un “antidepressivo naturale”.

Un amico per il cuore

L’alta concentrazione di flavonoidi antiossidanti del cioccolato fondente contribuisce a proteggere le arterie dai danni dell’arterosclerosi e prevenire malattia cardiovascolari. Nonostante i flavonoidi che contribuiscono a ridurre la pressione sanguigna, il cioccolato contiene anche caffeina,uno stimolante che tende ad innalzarla nei soggetti predisposti.

Nonostante questi benefici se abusato il cioccolato può portare diversi effetti collaterali:

  • reazioni pseudoallergiche nei soggetti predisposti mediante la comparsa di puntini rossi e prurito
  • attraverso il suo effetto stimolante dovuto dalle modeste quantità di caffeina e teobromina,può causare problemi nei soggetti a loro sensibili. Nei soggetti con disagi cardiaci,l’assunzione di cioccolato è fortemente sconsigliata.
  • i soggetti che soffrono di osteoporosi dovrebbero moderare l’assunzione di cioccolato, in quanto contiene un antinutriente che complessa il calcio a livello intestinale non rendendone possibile l’assorbimento.
  • la presenza di serotonina,tiramina e feniletilamina può contribuire a quella che per alcuni può essere definita dipendenza da cioccolato.

Quindi,in sostanza, quanto cioccolato bisognerebbe mangiare per non eccedere? Bè, se siete degli abitué 5-15 g al giorno potrebbero bastare…ovviamente purchè sia fondente!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...